Rimozione tatuaggi - laser

Autore:

Sebbene il mercato dei tattoo sia ovunque in costante espansione, quella che risulta attualmente in fase di cambiamento è la concezione stessa del tatuaggio, oggi non più vissuto necessariamente dal paziente come una scelta definitiva. Questo grazie alle sempre più moderne tecniche laser a disposizione per la rimozione del tatuaggio stesso.

INFORMAZIONI SUL TRATTAMENTO DI RIMOZIONE LASER DEI TATUAGGI


Come ha rivelato in un recente studio l’Istituto Superiore di Sanità, sono sempre più in crescita le richieste di asportazione laser per quanto riguarda i tatuaggi. Questo è quanto riscontrato anche dalla nostra esperienza presso il Centro Medico Genesy dove disponiamo delle più moderne tecnologie laser per la rimozione dei pigmenti da tatuaggio in totale sicurezza, con un numero sempre più ridotto di sedute e riuscendo a porre rimedio anche agli esiti non sempre ottimali di precedenti trattamenti di rimozione condotti in maniera errata.

Dott. Fabio Chemello


Il laser per la rimozione dei tatuaggi è dunque principalmente rivolto ad un pubblico molto ampio: dai giovanissimi che si pentono quasi subito e richiedono di poter eliminare i loro tatuaggi a persone che dopo tanti anni desiderano rimuovere un tattoo non più gradito.

chemello primadopo2
Rimozione laser dei tatuaggi prima e dopo

La rimozione dei tatuaggi è in effetti una pratica attualmente molto diffusa, tuttavia i risultati realmente ottenibili sono differenti e dipendono da svariati fattori.

Oltre al tipo di tecnologia impiegata (laser Q-Switched o Pico e nell’ambito di questi laser ce ne sono di più o meno performanti) molto infatti dipende, nel raggiungimento dell’obiettivo desiderato, dal tipo di pigmento utilizzato dal tatuatore, dall’epoca del tatuaggio stesso, dalla sede anatomica da trattare e dalle personali e soggettive caratteristiche relative alla guarigione dei tessuti e all’eventuale tendenza personale ad una cattiva cicatrizzazione.

L’obiettivo resta quello di ottenere un ottimo schiarimento della zona in totale sicurezza, senza cioè lasciare cicatrici o aree cutanee distrofiche/atrofiche: in questo la differenza fondamentale è data dall’esperienza dell’operatore e dalla capacità dello stesso di adeguare il tipo di macchinario utilizzato alle personali caratteristiche del paziente, che cambiano caso per caso. Di qui l’importanza di rivolgersi esclusivamente a personale qualificato e con ampia esperienza nel campo della laser terapia.

PRINCIPALI TECNICHE PER LA RIMOZIONE LASER DEI TATUAGGI

Laser Q-Switched

La rimozione dei tatuaggi col laser Q-Switched resta fino ad ora la tecnica più utilizzata ed universalmente riconosciuta in termini di efficacia e sicurezza nella rimozione dei pigmenti da tatuaggio. È una tecnica che sfrutta il principio della fototermolisi selettiva che ha come prerogativa quella di indirizzarsi solo sul pigmento del tatuaggio, senza irradiare il suo calore al tessuto cutaneo circostante. Possono essere utilizzate diverse lunghezze d’onda per bersagliare i vari colori che compongono il disegno del tatuaggio: le cellule pigmentate, colpite dal raggio laser, vengono distrutte e successivamente riassorbite dall’organismo lasciando intatta la cute sovrastante.

Pico laser

La tecnologia Pico laser emette invece invece impulsi della durata da 100 a 1000 volte più brevi rispetto a quelli dei sistemi laser Q-switched tradizionali, consentendo un ineguagliabile effetto foto-meccanico per la rimozione dei tatuaggi, con meno sedute e più efficacia. Si tratta di un laser progettato con impulso a picosecondi che consente di bersagliare la parte da cancellare attraverso l’effetto fotomeccanico che permette la più efficace e sicura frammentazione dell’inchiostro riducendolo a particelle microscopiche poi facilmente eliminabili dall’organismo.

Con questa tecnologia è inoltre possibile rimuovere una vasta varietà di tatuaggi di differenti colori e tipi in tutte le aree del corpo.

Inchiostri dai colori recalcitranti come il blu e il verde, e quelli non eliminati con successo precedentemente possono essere trattati assicurando un risultato ottimale. Dunque è fondamentale rivolgersi a centri che usano la miglior tecnologia laser attualmente a disposizione sul mercato per cancellare i tatuaggi e che riducono al minimo i possibili effetti collaterali ed i potenziali rischi.

PRIMA E DURANTE LA PROCEDURA DI RIMOZIONE DEI TATTOO

Al momento della visita pre laser, vengono raccolte tutte le informazioni necessarie e viene effettuata una accurata anamnesi: l’epoca del tatuaggio, la sede in cui è stato eseguito e se sono state eseguite ulteriori battiture. Viene inoltre eseguito un rilievo fotografico 3D che consente di analizzare il tatuaggio per quanto riguarda la composizione del pigmento e la sua distribuzione nel sottocute. Non sono richiesti ulteriori indagini di laboratorio preliminari.

La seduta laser per la rimozione dei tatuaggi non è completamente indolore, tuttavia essendo una pratica piuttosto veloce, risulta sopportabile per la maggior parte dei pazienti.

In alcuni casi può essere preventivamente applicata una crema anestetica da spalmare almeno 30-45 minuti prima, la procedura viene comunque eseguita sotto un costante getto di aria fredda che allevia la sensazione di fastidio del laser. In alcuni casi può essere eseguita una blanda anestesia locale.

Fotolia 182034216 Subscription Monthly M
Di solito bisogna sottoporsi a più sedute di rimozione laser dei tatuaggi.

La durata complessiva di ogni seduta di rimozione dei tatuaggi varia dai 5 ai 10-15 minuti a seconda delle caratteristiche dei vari tatuaggi rimossi, naturalmente è previsto un lavoro più complesso nel caso della rimozione di tatuaggi colorati.

La domanda che i pazienti pongono più frequentemente quando si parla di rimozione laser dei tatuaggi resta quella relativa al numero di sedute necessarie, soprattutto nel caso di rimozione di tatuaggi grandi, per rimuovere il tatoo: non è prevedibile sapere in anticipo quante sedute possono servire, ma di sicuro il paziente viene informato circa il fatto che si tratta di una procedura che richiede tempo e pazienza.

DOPO IL TRATTAMENTO PER LA RIMOZIONE DEI TATUAGGI, INDICAZIONI E DECORSO

I tempi di recupero nell’immediato post trattamento dopo una seduta laser per la rimozione di un tatuaggio sono rapidi: il paziente può tornare alle proprie attività quotidiane immediatamente, avendo cura di seguire le indicazioni fornite dal medico per quel che riguarda le medicazioni da eseguire successivamente all’intervento di rimozione.

Naturalmente vanno evitate alcune condizioni particolari per un periodo di tempo variabile, dai 7 ai 15 giorni subito dopo la seduta per la rimozione del tatuaggio, o quantomeno fino a completa guarigione della zona trattata, come ad esempio l’esposizione ai raggi solari, l’utilizzo di lampade abbronzanti, lo sport troppo intenso, le saune, le piscine...

I principali effetti collaterali legati alla rimozione laser sono rappresentati dalla comparsa di edema e/o gonfiore della zona trattata con arrossamento cutaneo accompagnato da sensazione di dolore e/o tensione locale. In alcuni casi possono inoltre comparire zone di eritema/arrossamento intenso, talora accompagnate da vescicole bollose ripiene di liquido sieroso. In merito a quest’ultimo caso, il paziente viene preventivamente informato su come curare le piccole lesioni e viene costantemente monitorato dal personale sanitario del centro fino a completa remissione del quadro.

EFFETTO FINALE E RISULTATI DOPO L’UTILIZZO DEL LASER PER LA RIMOZIONE DEI TATUAGGI

Nei centri più avanzati per la rimozione laser dei tatuaggi vengono utilizzate le tecnologie migliori e all’avanguardia; i risultati ottenibili sono in genere molto buoni e si raggiunge la completa rimozione del pigmento o comunque il grado di schiarimento desiderato nel caso di pazienti che debbano effettuare un successivo cover up.

In caso di presenza di tessuto cicatriziale sottostante dovuto a pregressi trattamenti, il laser non potrà rimuovere le eventuali cicatrici anche se sarà sempre possibile pianificare delle sedute con laser dedicato per poter raggiungere un graduale miglioramento delle stesse.

chemello primadopo
Rimozione laser dei tatuaggi prima e dopo

I risultati di una rimozione laser di un tatuaggio cominciano ad apprezzarsi in momenti diversi a seconda dei casi: talvolta già dopo la prima seduta è possibile notare un buon schiarimento soprattutto delle componenti più scure. I risultati definitivi tuttavia si possono notare solamente a distanza di tempo: una procedura laser per la rimozione di un tatuaggio ha la caratteristica di avere tempi piuttosto lunghi che possono andare complessivamente da un anno ad un anno e mezzo a seconda dei casi, e possono aumentare nel caso della rimozione di tatuaggi colorati.

L’effetto ottenuto della procedura laser di rimozione dei tatuaggi è permanente: una volta raggiunto il grado di schiarimento desiderato questo rimane per un tempo indeterminato, cosa che si può apprezzare in maniera evidente con la visualizzazione delle immagini di rimozione laser per i tatuaggi “prima e dopo”.

Affidarsi ad un centro specializzato per la rimozione laser dei tatuaggi consente soprattutto quindi di ridurre al minimo i possibili rischi e/o effetti collaterali che sono principalmente rappresentati da rimozioni incomplete o disomogenee, dalla presenza del cosiddetto “ghost” (area che rappresenta una sorta di negativo del tatuaggio, delimitata solo dai suoi contorni, in genere di colorito molto chiaro) e dalla presenza di esiti cicatriziali più o meno evidenti.

chemello primadopo3
Rimozione laser dei tatuaggi prima e dopo

Subito dopo la seduta è quindi molto importante seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dal medico riguardanti la cura della pelle nella zona trattata: questo aiuterà sicuramente per ottenere un più veloce processo di guarigione senza rischi. Non ci sono particolari restrizioni nello svolgimento delle comuni attività quotidiane praticamente da subito, resta la raccomandazione nei primi 7-10 giorni dopo il trattamento di non esporsi a fonti di calore, raggi solari e ad evitare qualsiasi evento che possa provocare infezione e/o infiammazione della zona trattata.

La rimozione laser dei tatuaggi resta non eseguibile nei pazienti che abbiano eseguito un tatuaggio recente (devono trascorrere almeno sei mesi prima di potersi sottoporre al trattamento), nelle pazienti in stato di gravidanza o allattamento, nei pazienti che abbiano patologie cutanee infiammatorie e/o infettive in atto e particolare attenzione bisogna porre nei confronti dei pazienti con fototipo elevato a causa di un aumentato rischio di iperpigmentazione residua dopo il trattamento.

Devono trascorrere almeno sei mesi prima di potersi sottoporre al trattamento.

QUANTO COSTA LA RIMOZIONE DEI TATUAGGI CON IL LASER?

Grazie alle moderne tecniche a disposizione (laser Q-Switched e Pico), la rimozione laser dei tatuaggi rappresenta una metodica all’avanguardia che consente di eliminare i pigmenti anche dei tatuaggi colorati in un numero variabile di sedute, in maniera pressochè indolore e definitiva. Ma qual è il costo per la rimozione dei tatuaggi?

I prezzi per l’esecuzione di questa tecnica variano a seconda dei singoli casi, della grandezza del tatuaggio e del centro o del medico al quale si decide di rivolgersi.

È dunque impossibile definire un prezzo unitario senza un’accurata visita, perché come detto, i costi variano in relazione alla complessità clinica e all’estensione dell’area da trattare con il laser.

La sola alternativa a questo tipo di approccio è rappresentata dall’asportazione chirurgica: in questo caso è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista in chirurgia plastica per la rimozione di tatuaggi di piccole dimensioni.

La differenza fondamentale, a parità di tecnologia e di evoluzione nelle tecniche a disposizione, è sempre data dal medico operatore che, con la propria esperienza e professionalità riduce al minimo il rischio di possibili complicanze e offre al paziente un trattamento di ultima generazione in totale sicurezza.

Aggiornato: 07.02.2019

Autore

Il Centro Genesy è composto da Medici Specialisti in Medicina e Chirurgia Estetica con esperienza di 25 anni: oltre a filler, fili, botulino, peeling, utilizzano Laser/RF/HIFU di ultima generazione per la cellulite, adiposità, fotoringiovanimento, rimozione macchie e tatuaggi, epilazione definitiva.

Altre recensioni

mayas 11.11.2016
Ne vale la pena

Ho scoperto questo studio a seguito di ricerche su internet e devo dire di aver fatto un' ottima scelta! Ho iniziato la prima seduta a settembre 2016, e il trattamento di rimozione durerà circa un anno. La Dott.ssa Bon... Di più 

Rimozione tatuaggi - laser - Costi

Prezzi da 500 €
fino a 1.500 €
Dott. Carlo Magliocca
Dott. Aurelio M. Cardaci
Roma, Catania, Pescara
Prezzi da 150 €
Dott. Aurelio M. Cardaci
Dott. Massimo Re - Chirurgo plastico ed estetico
Milano, Riccione, Bergamo, Lecco, Seregno
Prezzi da 400 €
Dott. Massimo Re - Chirurgo plastico ed estetico
Prezzi da 150 €
fino a 300 €
Dott.ssa Gabriela Silvana Vasilescu MD, MSc
Dott. Pier Luigi Gibelli
Mantova, Milano, Busto Arsizio
Prezzi da 250 €
fino a 400 €
Dott. Pier Luigi Gibelli

Rimozione tatuaggi - laser

89% ne vale la pena. 63 RECENSIONI.

Gli specialisti più vicini a te   
Foto dei pazienti
Calendario interventi dei pazienti