Asportazione nevo vicino all'occhio - laser o chirurgia?

katia1986 Visitatore

Asportazione nevo vicino all'occhio - laser o chirurgia?

katia1986  |  Lombardia
 |  Lombardia
Gentili Dottori, dalla nascita ho sempre avuto un neo a lato dell'occhio sinistro come in foto che con gli anni si è ispessito ed è diventato sempre più grande in termini di profondità e di larghezza . Vorrei sapere se si tratta di qualcosa di preoccupante. Recentemente mentre ero in visita da chirurgo estetico per fargli visionare delle cisti sottocutane il chirurgo , senza nemmeno un esame istologico alla mano mi aveva deto che se volevo me lo toglieva con il laser e aveva già preso mano al laser quando l ho fermato dicendogli che sarei partita per il mare e non me la sentivo di effettuare un operazione cosi subito. Sono uscita dallo studio con il neo che sanguinava poco dopo perchè si era formata una lieve crosticina che si era rotta e il nero della pelle del neo è sparito insieme alla crosticina lasciando la pelle arrossata a seguito probabilmente di questi fenomeni di traumatizzazione. Attualmente sono un pò impaurita dall'irruenza con il quale si stava per affrontare l asportazione del neo in questione avendo già un segno sul viso dovuto all asportazione di cisti sul setto nasale che non riesco a far sparire nonostante lo stia curando con creme preparate all'acido rentinoico in bassa percentuale. A questo punto chiedo a voi quale metodo devo usare per asportare il neo,quello con il Laser o chirurgico per lasciare meno segni possibili sul viso? Grazie mille Katia
  • 515 risposte
  • 350 Mi piace
Dott.ssa Arianna Tinti M.D.  |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Forlì, Bologna, Ravenna
  • 515 risposte
  • 350 Mi piace
 |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Forlì, Bologna, Ravenna
Gentile Katia,
in entrambi i casi esiteranno delle cicatrici: sottile, lineare, piana, un po' più lunga del diametro massimo del neo, confondibile tra le rughette che si formeranno con l'età tra alcuni anni, in caso di asportazione chirurgica; circolare, piana, dell'ampiezza della base del neo, in caso di asportazione con laser. Tenga presente che quest'ultima modalità ha un rischio maggiore di recidiva del neo. Credo che sia opportuno che ne parli con uno specialista, valutando ogni fattore: sicurezza di asportazione, esito cicatriziale, caratteristiche del Suo volto.
Cordialità
dott.ssa Arianna Tinti
http://www.ariannatinti.it/
  • 340 risposte
  • 146 Mi piace
  • 340 risposte
  • 146 Mi piace
Gent.Katia, molto meglio l'asportazione chirurgica, anche perchè in quel punto la pelle è molto sottile e la cicatrice verrà sottilissima. Dr.Peroni Ranchet
LaCLINIQUE of Switzerland® Centro di Medicina e Chirurgia Estetica  |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Lugano Milano
  • 304 risposte
  • 433 Mi piace
 |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Lugano Milano
Buongiorno Katia,
normalmente per i nei posizionati in queste zone utilizziamo o il Plasmage® (attrezzatura elettromedicale al Plasma) o l'asportazione chirurgica.
L'esigenza è proprio quella di ridurre al minimo le dimensioni della cicatrice, che comunque sarà quasi invisibile.
Per quanto riguarda invece l'esame istologico, abbiamo dei protocolli di esecuzione stabiliti dallo Specialista a seguito di visita medica.
Normalmente viene quasi sempre effettuato.
Restiamo a sua disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.
Cordiali saluti
Assistenza Clienti LaCLINIQUE of Switzerland®
Tel. +  4191... Visualizza il numero 41919227313  Numero di telefono (Clienti Svizzeri)
Tel. +  3932... Visualizza il numero 393287690073  Numero di telefono (Clienti Italiani)
info@lacliniqueofswitzerland.ch
www.lacliniqueofswitzerland.ch

Risposta a Wonder1977

LaCLINIQUE of Switzerland® Centro di Medicina e Chirurgia Estetica  |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Lugano Milano
  • 304 risposte
  • 433 Mi piace
 |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Lugano Milano
Buongiorno,
la ringraziamo e siamo contenti dei risultati che ha avuto.
Purtroppo il portale è anonimo e non riusciamo ad "identificarla", ma la cosa importante è che lei sia rimasta soddisfatta dei risultati.
Il Plasmage è un'attrezzatura elettromedicale al Plasma molto innovativa che consente di realizzare alcune procedure in maniera mininvasiva, ambulatoriale e assolutamente incruenta e indolore.
Con il Plasmage si eseguono le Blefaroplastiche non chirurgiche, si eliminano le cicatrici e si effettuano delle microasportazioni estremamente precise e non cruente.
Cordialità
Assistenza Clienti LaCLINIQUE of Switzerland
  • 152 risposte
  • 86 Mi piace
Dott. Valter Degli Effetti M.D.  |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Roma
  • 152 risposte
  • 86 Mi piace
 |  Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, Roma
Gentile Katia,
non esprimo pareti nel caso specifico senza una diretta valutazione, tuttavia, come principio generale sono contrario al trattamento laser di nevi.
Partiamo da una precisazione, esiste un confine nello spessore della pelle, che sancisce un limite, gli insulti che rimangono confinati al di sopra di questa zona non residuano cicatrici, quelli che la superano lasciato un esito cicatriziale.
Detto questo,
I nevi come nel suo caso hanno una "radice", passatemi il termine per comprenderci anche se è scorretto, che è situata in uno strato di derma più profondo rispetto al confine, pertanto per essere eradicati completamente è necessario superare il limite sopra descritto.
Un escissione con il laser genera una cicatrice da ustione che di norma è molto più visibile di una cicatrice che residua da una corretta incisione con il bisturi "freddo" .
Aggiungiamo poi, che la rimozione con il laser, rende impossibile eseguire un esame istologico della lesione per avere conferma della diagnosi e, ma questa è una mia opinione, ritengo che non esista esperienza sufficiente a rendere superflua la conferma dell'esame istologico alla sola diagnosi clinica.
Cordialmente
Valter Degli Effetti
Gli specialisti più vicini a te