Tecniche di introduzione delle protesi mammarie

È possibile introdurre le protesi mammarie attraverso varie vie d’accesso in corrispondenza del cavo ascellare, a livello dell’areola o nel solco sottomammario. Quale approccio porta più rischio e quale lascia la cicatrice meno visibile? Parla dott. Campiglio, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica.


Discussione al tema

Interventi correlati

Calendario interventi dei pazienti