L’aumento del seno o mastoplastica additiva serve ad aumentare o ripristinare le dimensioni del seno mediante protesi in gel di silicone, protesi saline o, in alcuni casi, attraverso l’utilizzo del proprio grasso (lipofilling). Si tratta di una procedura sicura, duratura e ben tollerata che produce risultati dall'aspetto naturale.

La mastoplastica additiva è una delle procedure di chirurgia estetica più popolari e frequentemente eseguite e, negli ultimi anni la tecnica che si sta affermando sempre più per l’aumento del seno è proprio quella con il proprio grasso (lipofilling).

Fotolia 141713480 Subscription Monthly M

Qual è il soggetto più adatto ad effettuare l’aumento del seno con il lipofilling?

Lo scopo dell'innesto di grasso è quello di aumentare o riempire le aree con deficit di volume. Ovviamente, è necessario disporre di siti dai quali si può prelevare il grasso. È importante non avere problemi di circolazione, avere una buona condizione di salute e non fumare.

 Se si desidera un modesto aumento delle dimensioni del seno, si è automaticamente una buona candidata per l'innesto di grasso, ma il seno dovrebbe già avere una bella forma e un buon tono della pelle. Se invece si ha una pelle flaccida, un seno cascante o si desidera un aumento significativo della taglia del seno, il lipofilling o aumento del seno con trasferimento di grasso, non sono la scelta giusta. Il problema con l'utilizzo del solo grasso per l'aumento del seno consiste proprio nell'ottenere "grandi quantità" di grasso da utilizzare.

È invece possibile utilizzare le protesi mammarie e in più l’innesto di grasso quando la forma del seno necessita di essere ottimizzata durante una procedura di protesi mammaria, in questo caso può essere utile l'innesto di grasso. Se si hanno irregolarità del seno residue dopo aver subito un aumento del seno con impianti, le irregolarità possono essere riempite con grasso per produrre un contorno liscio e una forma ottimale.

Si può anche ricostruire il seno con l’innesto di grasso, infatti se si hanno difetti al seno in seguito a lumpectomia per cancro al seno, l'innesto di grasso è un metodo efficace per il riempimento di questi difetti. Il lipofilling è anche un'opzione per la ricostruzione totale del seno dopo mastectomia, tuttavia, per ottenere un volume del seno sufficiente, di solito si effettua un processo a più stadi che richiede almeno due o quattro procedure di innesto di grasso sequenziale.

Quali sono i pro e i contro del lipofilling al seno?

Il grasso autologo (dal proprio corpo), in contrapposizione ai filler dermici, riduce la possibilità di reazioni allergiche a sostanze estranee.

I risultati del trasferimento del grasso sono naturali, duraturi e sicuri.

Il suo vantaggio principale sta sicuramente nell'assenza della protesi e di conseguenza anche di eventuali complicazioni legate al suo inserimento come ad esempio la capsulite e la rotazione dell'impianto inserito.

Tra gli aspetti meno positivi del lipofilling bisogna menzionare il riassorbimento e la possibilità di necrosi del grasso trasferito.

Per l'aumento del seno potrebbe essere necessario effettuare più sessioni per raggiungere la dimensione desiderata e comunque, attraverso il lipofilling, è possibile aumentare il seno di max. 1-2 taglie.

Le pazienti molto magre, che desiderano aumentare il proprio seno e che non sono dotate di una sufficiente quantità di tessuto adiposo, devono optare per la soluzione che prevede l'inserimento delle protesi in silicone.

Questi sono alcuni dei pro e contro da valutare quando si vuole considerare di effettuare il lipofilling al seno con il trasferimento del grasso.

Come viene eseguita una procedura di aumento del seno con trasferimento del grasso?

L'aumento del seno con il trasferimento del grasso autologo è un processo in cui il chirurgo rimuove il grasso, usando la liposuzione, da una parte del corpo che produce grasso (come l'addome, le cosce o i fianchi) lo elabora e poi lo inietta nel seno. Si tratta di una procedura nuova per la quale ancora non si dispone di un’ampia cronologia di dati, ma si può affermare che è un processo che ha mostrato risultati promettenti.

Il grasso viene raccolto da una parte del corpo, lavato e purificato, e poi accuratamente reiniettato con aghi appositamente progettati nelle aree che necessitano dell’ aumento. Potrebbe essere necessario ripetere più volte la procedura di innesto di grasso per ottenere il risultato desiderato. Il lipofilling può essere spiegato come un processo a tre fasi: (1) raccolta (2) purificazione e trasferimento e (3) posizionamento.

Raccolta: insieme al chirurgo verrà scelto un sito per la rimozione del grasso che verrà trattato con un anestetico locale. Il chirurgo creerà quindi una piccola incisione nell'area per la rimozione del grasso e, utilizzando una tecnica sterile, inserirà una cannula collegata a una siringa per estrarre con attenzione il grasso (liposuzione).

Purificazione e trasferimento: una volta ottenuto un sufficiente quantitativo di grasso dall'area donatrice, il chirurgo lo elaborerà per preparare le cellule adipose per il trasferimento con siringhe di piccole dimensioni che verranno utilizzate per l'iniezione di grasso. La purificazione può richiedere l'uso di una centrifuga per appunto centrifugare il grasso o di un processo di filtrazione per rimuovere le impurità.

Posizionamento: verrà quindi preparata l'area designata per ricevere l'innesto. Il chirurgo inserirà un ago o una cannula nel punto di incisione del sito che deve essere aumentato. L'ago per iniezione di solito viene passato dentro e fuori, ogni volta che l'ago o la cannula vengono ritirati, una linea di particelle di tessuto grasso viene accuratamente depositata in piani di tessuto naturale. Questo processo viene ripetuto fino a ottenere la correzione desiderata, creando una griglia di grasso innestato. Alcuni chirurghi consigliano di massaggiare le aree innestate per creare un contorno soddisfacente. Altri preferiscono affidarsi alla tecnica di posizionamento per creare il contorno appropriato. Il chirurgo può anche posizionare una medicazione o una benda sull'area innestata.

L'obiettivo del chirurgo plastico estetico e di tutto lo staff è quello di aiutare la paziente ad ottenere i risultati più belli e naturali, nonché a rendere l’esperienza chirurgica il più semplice e confortevole possibile.

La procedura di aumento del seno con lipofilling apporta cicatrici?

I siti comuni per l'ottenimento del grasso comprendono l'addome e i fianchi (maniglie dell'amore), l’avambraccio posteriore, i fianchi e le cosce.

Le uniche cicatrici possono derivare dalla liposuzione, che viene utilizzata per rimuovere il grasso dal sito prescelto e, poiché le incisioni di liposuzione sono piccole, anche le cicatrici del lipofilling lo saranno oltre ad essere collocate in aree nascoste. A volte, a seconda della posizione dei depositi di grasso sul corpo, le incisioni non potranno essere nascoste.

La quantità o il grado di cicatrici dipende dalla tecnica del chirurgo e dalle tendenze genetiche della paziente infatti, la maggior parte delle cicatrici da liposuzione si sbiadisce ed è a malapena percettibile nel tempo mentre saranno visibili le cicatrici quando verranno utilizzate grandi cannule per la liposuzione e nelle pazienti con pelle scura pigmentata.

Sono due i tipi di segni che possono rimanere sulla pelle dopo la liposuzione: uno è una vera cicatrice e l'altro è noto come discromia, un punto scuro (iperpigmentato) o leggero (ipopigmentato) sulla pelle.

Come scegliere il chirurgo per eseguire il lipofilling al seno?

E’ importante scegliere un chirurgo  di cui si ci può fidare basandosi sulla sua istruzione, formazione e certificazione e naturalmente in base all’esperienza con il lipofilling al seno.

Dopo aver trovato un chirurgo plastico certificato che abbia esperienza nell'esecuzione del lipofilling al seno, bisognerà prendere un appuntamento nel suo studio per la consulenza. Generalmente, a causa della natura approfondita della consultazione, vi è un costo associato alla visita iniziale, che a volte viene detratto dal prezzo della procedura.

Durante la consultazione iniziale, si avrà l'opportunità di discutere quello che si vuole raggiungere con l’intervento di lipofilling al seno. Il chirurgo valuterà la paziente come candidata per l'innesto di grasso e chiarirà cosa potrà fare nello specifico, una volta compresi gli obiettivi, potrà suggerire procedure aggiuntive o correlate. È importante essere completamente onesti durante la consultazione.

Il chirurgo valuterà lo stato di salute, l'elasticità della pelle, discuterà delle opzioni di trattamento e dei probabili risultati, compresi i rischi o le potenziali complicazioni.

Durante questo incontro si parlerà degli interventi precedenti, delle condizioni mediche passate e presenti, di eventuali allergie e dei farmaci che vengono assunti. Eventualmente dovranno essere fornite informazioni su casi di cancro al seno in famiglia, verranno richiesti i risultati dell’ultima mammografia effettuata. Il chirurgo plastico esaminerà, misurerà e fotograferà il seno per la cartella clinica.

Fotolia 122132742 Subscription Monthly M
Il chirurgo valuterà lo stato di salute, l'elasticità della pelle, discuterà delle opzioni di trattamento e dei probabili risultati, compresi i rischi o le potenziali complicazioni.

Verrà presa in considerazione la dimensione attuale e la forma del seno e la dimensione del seno e la forma che si desiderano; verranno esaminati la qualità e la quantità del tessuto mammario, la qualità della pelle, il posizionamento dei capezzoli e areole.

Se si ha intenzione di perdere una quantità significativa di peso, è importante dirlo al chirurgo plastico che potrà consigliare di stabilizzare il peso prima di dell’intervento di lipofilling al seno, così come è importante informare il medico nel caso in cui si desidera una gravidanza in futuro. Una gravidanza infatti potrebbe alterare le dimensioni del seno in modo imprevedibile e influire sui risultati a lungo termine del lipofilling al seno.

Preparazione per la procedura di lipofilling al seno 

Il chirurgo fornirà istruzioni preoperatorie approfondite, risponderà a qualsiasi domanda della paziente, sarà informato della storia medica dettagliata ed eseguirà un esame fisico per determinare l’idoneità alla chirurgia.

Per aiutare a rilevare e tracciare eventuali cambiamenti nel tessuto mammario, il chirurgo plastico può raccomandare una mammografia di riferimento prima dell'intervento chirurgico e un'altra mammografia pochi mesi dopo l'intervento.

Prima della procedura di aumento del seno con lipofilling, il chirurgo chiederà di smettere di fumare almeno sei settimane prima di sottoporsi all’intervento chirurgico così da assicurare una migliore e veloce guarigione. Il medico vieterà l'assunzione di aspirina e di alcuni farmaci anti-infiammatori che potrebbero aumentare il sanguinamento.

Per l'aumento del seno utilizzando il trasferimento autologo di grasso, è possibile che venga richiesto di indossare un reggiseno speciale per espandere la pelle e il tessuto attorno al seno così da prepararlo all'iniezione di grasso.

L'aumento del seno viene di solito eseguito in regime ambulatoriale.

L’intervento di lipofilling al seno

La procedura di innesto grasso può essere eseguita in un ospedale accreditato o in una struttura ambulatoriale indipendente.

La durata dell’intervento di lipofilling dipende dalla quantità di grasso rimosso e dal numero di siti di liposuzione. La maggior parte delle procedure di aumento del seno richiede comunque almeno tre ore.

L'anestesia generale è comunemente usata durante la procedura di aumento del seno, sebbene in alcuni casi possa essere utilizzata l'anestesia locale o la sedazione endovenosa.

Durante l'operazione, saranno utilizzati vari monitor per controllare il cuore, la pressione sanguigna, il polso e la quantità di ossigeno che circola nel sangue.

Il chirurgo plastico seguirà il piano chirurgico discusso prima della procedura di innesto di grasso. Una volta che la procedura sarà iniziata, potrà decidere di combinare varie tecniche o cambiare una tecnica per garantire il miglior risultato.

Dopo l’intervento la paziente verrà portata in un'area di recupero, dove continuerà a essere monitorata da vicino. Molte pazienti affermano che subito dopo l’intervento di lipofilling l'area si sente dolorante, come se avessero effettuato un vigoroso allenamento.

Sarà dato il permesso di tornare a casa dopo un breve periodo di osservazione, a meno che la paziente e il tuo chirurgo plastico non abbiano fatto altri piani per il recupero postoperatorio immediato.

Dopo l’intervento di lipofilling al seno

Dopo l'intervento chirurgico di lipofilling verranno date istruzioni dettagliate su quello che dovrà essere il giusto decorso post-operatorio, comprese le informazioni sui normali sintomi che potranno essere avvertiti e sugli eventuali potenziali segni di complicazioni.

Tempi di recupero: Subito dopo l'intervento chirurgico di aumento del seno

Dopo la procedura di aumento del seno, sulla parte dove è stato eseguito il lipofilling verrà apposta una medicazione chirurgica che potrà includere il fatto di indossare un reggiseno o indumento di supporto.


In genere, la maggior parte del dolore post intervento chirurgico si verifica nelle prime 48 ore dopo l’intervento di aumento del seno. Il livello di dolore in genere diminuisce giorno dopo giorno e potrà essere efficacemente trattato con vari farmaci antidolorifici.


 Il seno potrà avvertirsi contratto e sensibile al tatto e la pelle potrebbe essersi calda o pruriginosa. Potrebbe essere avvertita difficoltà a sollevare le braccia. Inizialmente potrebbero verificarsi anche gonfiori che scompariranno rapidamente, al massimo entro un mese.

Quando l'anestesia svanisce, si potrebbe avvertire qualche dolore. Se il dolore è estremo o di lunga durata, bisogna contattare il medico. Sarà normale avere anche un po’ di rossore e gonfiore dopo l'intervento. Se necessario potrà essere contattato il chirurgo per scoprire se il dolore, il rossore e il gonfiore sono normali.

Il paziente dovrebbe essere in grado di camminare senza assistenza subito dopo l'intervento chirurgico di aumento del seno. È molto importante camminare qualche minuto ogni ora per ridurre il rischio di formazione di coaguli di sangue nelle gambe.

È di vitale importanza seguire tutte le istruzioni per la cura post lipofilling al seno fornite dal chirurgo come la guida su come indossare indumenti a compressione, prendere un antibiotico se prescritto e il livello e il tipo di attività che è sicuro effettuare. Il chirurgo fornirà inoltre istruzioni dettagliate sui normali sintomi che si potranno avvertire e su eventuali potenziali segni di complicanze. È importante rendersi conto che la quantità di tempo necessaria per il recupero varia molto da individuo a individuo.

Da due e fino a cinque giorni dopo l’intervento di lipofilling al seno sarà possibile avvertire la parte rigida e dolorante. Durante la prima settimana dopo la mastoplastica additiva potranno essere rimosse eventuali medicazioni chirurgiche. Potrebbe essere richiesto di indossare un reggiseno di sostegno.

Sarà possibile fare la doccia e tornare a lavoro evitando però di sollevare, tirare o spingere qualsiasi così da evitare dolore e limitare l'attività faticosa o la torsione della parte superiore del corpo se questo provoca disagio.

Il chirurgo plastico consiglierà anche su come prendersi cura dei siti da cui è stato estratto il grasso.

Tempi di recupero: Da due a sei settimane dopo l’intervento chirurgico di aumento del seno

È necessario ridurre al minimo l'attività fisica per almeno il primo paio di settimane dopo l'intervento di mastoplastica additiva. Per tutto il primo mese bisogna essere estremamente attenti e gentili nei movimenti, anche il contatto nell’intimità dovrà essere guidato dal comfort personale.

Tempi di recupero a lungo termine dopo la mastoplastica additiva con grasso autoctono 

Il chirurgo incoraggerà a programmare mammografie di routine alla frequenza raccomandata con riferimento alla fascia d'età. Dopo l'aumento del seno, è necessario continuare a eseguire l'autoesame del seno.

Per quanto dureranno i risultati?

La sopravvivenza del grasso e la longevità dei risultati dipendono dalle capacità del chirurgo, dal modo in cui il grasso è stato raccolto e purificato e da come è stato iniettato. Per essere eseguito con successo, l'innesto di grasso per aumentare il seno richiede il lavoro di un chirurgo con competenze altamente sviluppate basate sull'esperienza e sulla conoscenza della tecnica.

Dopo l’Intervento di lipofilling al seno è importante mantenere una relazione con il chirurgo plastico estetico e tornare nel suo studio per una valutazione di follow-up in date prestabilite e ogni volta che si hanno domande sui processi di guarigione e sui risultati del trasferimento di grasso per la mastoplastica additiva.

In circostanze normali, i risultati della chirurgia di aumento del seno con lipofilling saranno duraturi.

Ricordiamo che il seno può cambiare a causa di una gravidanza, dell’invecchiamento, dell’aumento o perdita di peso o a causa di fattori ormonali.

Dopo un certo numero di anni, se si diventa meno soddisfatti dell'aspetto del proprio seno, è possibile scegliere di sottoporsi a una revisione del seno così da ripristinare una forma e un contorno più giovanile.

Quanto costa l’intervento di lipofilling al seno? 

Il costo di una procedura di innesto di grasso per l’aumento del seno con mastoplastica additiva varia da un medico all'altro e da un'area geografica all'altra.

Il prezzo ipotetico per un intervento di lipofilling varia anche in base alla struttura chirurgica, all'anestesia, ai test medici, alle prescrizioni o agli indumenti chirurgici.

Molti chirurghi offrono piani di finanziamento per rendere la procedura di chirurgia plastica più accessibile.

Quali sono le limitazioni e i rischi del lipofilling al seno?

Fortunatamente, le complicazioni significative derivanti dall'innesto di grasso per l’aumento del seno non sono frequenti. Questa procedura infatti viene solitamente eseguita senza grossi problemi.

I rischi e le potenziali complicanze della chirurgia sono un argomento da discutere durante la prima consultazione con il chirurgo. Alcune delle potenziali complicanze di tutti gli interventi chirurgici possono essere: la reazione avversa all'anestesia, ematoma o sieroma (un accumulo di sangue o liquido sotto la pelle che può richiedere la rimozione), infezioni, cicatrici, reazioni allergiche, risultati insoddisfacenti che potrebbero richiedere ulteriori interventi

La mastoplastica additiva con lipofilling è sicura? 

Le tecnica chirurgica del lipofilling per l'aumento del seno viene continuamente perfezionata, aumentando la sicurezza e l'affidabilità della procedura. Il chirurgo plastico fornirà le informazioni necessarie per prendere una decisione informata. Si potranno ridurre alcuni rischi seguendo i consigli e le istruzioni del chirurgo plastico certificato sia prima che dopo l'intervento chirurgico di aumento del seno.

L'intervento di lipofilling al seno che in genere dura dalle 3 alle 6 ore prevede che il tessuto adiposo (il grasso) venga aspirato dalle parti problematiche del corpo del paziente, come i glutei, l’addome, i fianchi, le cosce, le ginocchia etc. per poi essere re-iniettato nel seno. Questa tecnica è meno dolorosa rispetto a una tradizionale mastoplastica additiva con protesi in silicone e anche i tempi di convalescenza sono più ridotti.

Aggiornato: 14.02.2019

Altre recensioni

Lipofilling al seno - Costi

Dott. Egidio Riggio
Milano, Palermo
Prezzi da 3.500 €
fino a 8.000 €
Dott. Egidio Riggio
Prof. Vincenzo Del Gaudio
Firenze, Roma, Trento, Torino, Verona, Reggio Emilia, Parma
Prezzi da 2.500 €
fino a 5.200 €
Prof. Vincenzo Del Gaudio
Prezzi da 6.000 €
fino a 7.500 €
Dott. Carlo Magliocca
Prezzi da 1.500 €
Dott. Fabio Chemello CENTRO MEDICO GENESY
Dott. Francesco Alia
Milano, Cagliari, Olbia, Sassari
Prezzi da 3.500 €
fino a 6.000 €
Dott. Francesco Alia
Gli specialisti più vicini a te   
Foto dei pazienti
Calendario interventi dei pazienti